Pratica: Configurare Fedora per autoaggiornarsi tramite Yum

Questa esercitazione riservata a chi utilizza Fedora Linux in aula e serve per predisporre il proprio computer ad aggiornarsi automaticamente sulla base del repository di RPM reso disponibile dal trainer.

Operazioni richieste
1- Verificare se installato  Yum, se non lo , installarlo.
2- Modificare il file di configurazione di Yum per fare in modo che:
-- Prelevi i pacchetti di base, presenti sul CD di installazione, da http://10.42.42.1/distro/fedora2/cd/
-- Prelevi gli RPM di aggiornamento (updates) da http://10.42.42.1/distro/fedora2/updates
3- Assicurarsi che Yum esegui l'aggiornamento automaticamente ogni notte.

Operazioni necessarie
1- rpm -qa | grep -i yum Per vedere se Yum installato, se non lo installarlo con rpm -i yum....rpm
2- Editare il file di configurazione yum.conf e verificare che ci si siano righe di questo tipo:
Per i pacchetti di base:
[base]
name=Fedora Core $releasever - $basearch - Base
baseurl=http://10.42.42.1/distro/fedora2/

Per gli updates:
[updates-released]
name=Fedora Core $releasever - $basearch - Released Updates
baseurl=http://10.42.42.1/distro/fedora2/updates

Non necessario eseguire altre modifiche sul file di conf originale.
3- Far eseguire il servizio Yum (tramite /etc/cron.daily/yum.cron) assicurandosi che venga attivato al runlevel di default (Usare comandi com chkconfing --add yum o ntsysv)

Privacy Policy