/etc/crontab

File di configurazione generale del demone crond contenente le operazioni schedulate di default o manulamente dall'utente root.

La sintassi di crontab prevede una riga, con campi separati da uno spazio o un tab, per ogni comando da schedulare.
mm hh gg MM GG user comando
I primi 5 campi servono per definire quando eseguire il comando specificato nel settimo campo. Possono contenere valori separati da virgola o un asterisco che indica tutti i calori possibili:
1) mm Minuto in cui eseguire il comando. Valori da 00 a 59.
2) hh Ora in cui eseguire il comando. Valori da 0 a 23 (0 è mezzanotte, 12 mezzogiorno)
3) gg Giorno del mese in cui eseguire il comando. Valori da 1 a 31.
4) MM Mese dell'anno in cui eseguire il comando. Valori da 1 a 12.
5) GG Giorno della settimana in cui eseguire il comando. Valori da 0 a 6. (0 corrisponde alla Domenica, 1 al Lunedì.. )
6) Utente con cui viene eseguito il comando. Crond viene eseguito come root e può impersonificare qualsiasi utente. Questo campo può anche essere omesso (root di default).
7) Riga di comando da eseguire (con eventuali opzioni, argomenti ecc.)

Vediamo un esempio:
[[email protected] neo]$ cat /etc/crontab
Variabili che settano l'enviroment per il lancio di script o di comandi
SHELL=/bin/bash
PATH=/sbin:/bin:/usr/sbin:/usr/bin
MAILTO=root
HOME=/

Le entry riportate di seguito sono quelle di default di una RedHat ed esegue a seconda della scadenza gli script contenuti nelle varie directory
# run-parts
01 * * * * root run-parts /etc/cron.hourly
02 4 * * * root run-parts /etc/cron.daily
22 4 * * 0 root run-parts /etc/cron.weekly
42 4 1 * * root run-parts /etc/cron.monthly


Il file di crontab relativo al singolo utente in: /var/spool/cron/$user

Privacy Policy