/etc/printcap

Il file centrale di un sistema di stampa LDP, BSD da cui si definiscono le stampanti, le diverse code a loro assegnate e i filtri da utilizzare. Come tanti file di configurazione si tratta di un file di testo soggetto a particolari regole di sintassi.

In questo esempio si definisce una stampante predefinita chiamata lp o HP Deskjet950 connessa al computer via usb che ha assegnata una coda di stampa nella directory /var/spool/lpd/lp. I backslash servono a dichiarare una continuazione di riga e non sono obbligatori se si usa un sistema di stampa LPRng ma alcuni wizard di configurazione li usano probabilmente per maggiore portabilitÓ.

# Stampante predefinita
lp | HP Deskjet950:\
    :lp=/dev/usb/lp0:\
    :sd=/var/spool/lpd/lp:\
    :sh:\
    :mx#0:\
        :if=/percorso/del/filtro:
    :lf=/var/spool/lpd/lp/log:\
    :af=/var/spool/lpd/lp/acct:\


I record sono specifiche per una stampante e defiscono il comportamento della coda.
In questo esempio
lp la device configurata e connessa alla stampante
sh specifica se stampare un foglio separatore tra i differenti processi di stampa e in questo caso Ŕ impostato in modo da non stampare nessun foglio.
mx limita la grandezza massima dei file da stampare. Nell'esempio Ŕ impostato a zero, nessun limite.
sd specifica il percorso alla cartella utilizzata per la coda di stampa.
if input filter, definisce il filtro usato per la conversione dati.
Per gli ultimi due, il file di log della direttiva lf e il file di registrazione informazioni sui processi di stampa della direttiva af devono prima essere creati perchŔ il sistema di stampa possa scriverli.

Per aggiungere una  coda di stampa remota si utilizzano i record rm e rp.

# Stampante condivisa in rete da un printserver
printserver:\
        :sd=/var/spool/lpd/printserver:\
    :sh:\
        :mx#0:\
    :if=/percorso/del/filtro:
        :rm=printserver.esempio.com:\
        :rp=lp:\

        
I quali rispettivamente indicano il server remoto su cui Ŕ disponibile la coda di stampa e il nome della coda remota da utilizzare. In questo caso si usa una coda remota in stile BSD.
Da notare inoltre che usando lp come nome della stampante si definisce il nome standard della stampante predefinita modificabile attraverso la variabile di ambiente $PRINTER.

Privacy Policy