Pratica: Usare NFS per condividere directory

Questa esercitazione guida il partecipante alla configurazione di un server NFS e all'utilizzo di NFS lato client.

Operazioni richieste
1- Installare un server NFS sul proprio sistema
2- Configurare il server NFS per esportare la directory /var/log in sola lettura a tutti gli indirizzi della rete 10.42.42.0/24
3- Configurare il server NFS per esportare la directory /var/log in lettura e scrittura al'IP 10.42.42.1
4- Mountare sulla directory /mnt/remote (crearla se necessario) la condivisione NFS /var/log di un altro server configurato nel lab
5- Aggiungere questa possibilitÓ di mount nell'fstab, con le opzioni di non montarla automaticamente all'avvio, di montarla in sola lettura, senza la possibilitÓ di eseguire comandi presenti nella condivisione montata.
6- Usare i comandi, forniti dalla suite di programmi nfs, necessari per visualizzare i mount point NFS di un sistema e statistiche sull'uso di NFS.
7- Configurare il sistema per fare in modo che al riavvio possa essere un client NFS (individuare i servizi necessari, da far partire al reboot) e un server NFS.

Operazioni necessarie
1- Installare l'rpm nfs-utils
2 e 3 - Creare un file /etx/export/ in cui siano presenti le seguenti righe:
/var/log       10.42.42.0/255.255.255.0(ro)
/var/log       10.42.42.1(rw)

4- mkdir /mnt/remote ; mount -t nfs 10.42.42.X:/var/log /mnt/remote
5- Inserire in /etc/fstab una riga tipo:
10.42.42.X:/var/log     /mnt/remote    nfs     noexec,noauto,ro 0 0
6- shomount , nfsstat
7- Su un client NFS deve essere in esecuzione portmap e netfs, su un server devono essere in esecuzione portmap, nfs e nfslock.

Privacy Policy