Introduzione a VI (visual editor)

VI (visual editor) Ŕ il pi¨ importante e diffuso programma di editing dei file nell'ambiente UNIX e LINUX, in quanto possiede delle funzionalitÓ che se utilizzate a fondo ne fanno uno strumento incredibilmente potente.

Per procedere all'editazione di un file basta digitare il comando "vi" seguito, o dal nome di un file giÓ esistente nel caso in cui lo si voglia modificare, oppure dal nome di un nuovo file nel caso lo si voglia creare.
Nel momento in cui si procede all'editazione di un testo nell'ultima riga vengono sempre visualizzate le informazioni sul file aperto, come il numero di righe e di caratteri, il resto dell'area Ŕ destinata all'immissione dei comandi.
Se le righe non sono sufficienti a coprire tutta la porzione dello schermo a disposizione ne resteranno di vuote contrassegnate dalla tipica "~".
Questo editor possiede 3 diverse modalitÓ di funzionamento in cui si svolgono azioni differenti:
ModalitÓ d'inserimento o di input
Questo tipo di modalitÓ fa riferimento alle azioni che consentono di modificare e aggiungere del testo. Una volta editato un file si accede a questa modalitÓ con vari comandi, tra cui il tasto "i" che inserisce i caratteri prima del punto in cui Ŕ posizionato il cursore o "a" che invece inserisce i caratteri dopo il punto in cui Ŕ posizionato il cursore.
ModalitÓ di comando visiva
La modalitÓ di comando visiva permette di utilizzare una serie particolare di comandi ed Ŕ quella attivata di default. All'interno di questa modalitÓ i comandi inseriti si riferiscono alla riga su cui Ŕ posizionato il cursore. Per passare alla modalitÓ visuale da quella di inserimento, Ŕ sufficiente premere il tasto Esc.
ModalitÓ di comando due punti
La terza e ultima modalitÓ Ŕ quella che consente di utilizzare i comandi del salvataggio o dell'uscita dal programma. Per utilizzare questa modalitÓ ed i conseguenti comandi premere ":" seguiti dal comando. In questo caso il cursore viene posizionato sull'ultima riga.

Privacy Policy